Shut it down! La fine di 30 Rock, la fine di un’era (sigh)

tumblr_mh9m65Vwcv1rvkvumo1_500

L’immagine è ad opera di Tyler Feder e la potete comprare qui
C’è un verso, in american pie nella tristissima canzone, American Pie,  di quel triste cantastorie che è Don McLean in cui egli dice ( con voce rotta dal pathos e dal dolore) il giorno in cui la musica è morta.
Ok, oggi non c’è stato nessun incidente aereo a falcidiare un’intero set di cantanti ma resta comunque un giorno tristissimo. Oggi è il giorno in cui, dopo sette anni di gloriosa messa in onda, 30 rock finisce.
Ora: questo sarà un post celebrativo. Terribilmente celabrativo. Che non accetta contradditorio e non accetta opinioni differenti. Oggi si spegne, in gloria, il telefilm migliore del mondo. Il telefilm meglio scritto, diretto, recitato ed orchestrato. Oggi l’opera perfetta ( di nuovo, niente contraddittorio) partorita da quella mente geniale di Tina Fey finisce, lasciando un vuoto che sarà difficile ( correggi impossibile) colmare.
La fine dell’avvenura di Liz Lemon significa molte cose: niente più battute argute. Niente più riferimenti sagaci al mondo lgbtq. Niente più Jack Donaghy.Niente più crossover con altri telefim ( cosucce tipo Mad Men, per dire).Niente più allegra sigla. Niente più Tina Fey ogni santa settimana.

23323_472105672851568_1990710300_n

Non è il giorno in cui la musica è morta ma personalmente andiamo molto, molto vicini al giorno in cui la televisione diventa un po’ ( molto, moltisismo) meno interessante.
Sono molto brava ( chiedete alla mia ragazza) a spiegare perché non mi piace qualcosa/qualcuno. Sono invece una frana a spiegare perché mi piace qualcosa (ancor peggio qualcuno). Non so come spiegare 30 Rock in maniera razionale, che non sia un’indistinto FUCK YEAH ove sono raccolte un sacco di sentimenti che passano dalle volte in cui ho riso fino alle lacrime alle volte in cui ho semplicemente pianto e basta perché se è pure vero che there’re aint no party like a Liz Lemon Party è anche vero che nessuno è in grado  ti fa piangere come una quattrenne come ne è in grado Tina Fey.

lz

Io domani piangerò calde, caldissime lacrime. Dall’inizio della sigla fino a titoli di coda. Non aprirò tumblr perché non voglio sapere nulla,chiudo twitter, voglio assaporare fino alla fine quella che per me è stata una vera, autentica rivoluzione.
L’intento di questo post celebrativo e strappalacrime  è il codesto: guardate 30 rock. Se non l’avete fatto, se l’avete inziato e poi messo da parte, se ci avete pensato ma non avete mai premuto play, guardatelo.
Avete tutta la mia invidia

ll

Dorothy Surrenders ne sa più di me e ha fatto, già anni fa, un post con i migliori momenti gay della nostra Liz Lemon. Lo trovate qui
Questo invece è il generatore automatico di insulti di Jack Donaghy
Questa  invece sono io domani
tumblr_men02yMFqF1qeets1
And once again, Lemon Out!

Lascia un commento

*

Current day month ye@r *